lunedì 31 dicembre 2012

A Year Full Of Wonder


L'anno scorso per Natale ho chiesto di sentirmi amata e di fare qualcosa di questo 2012.
Per me è stato un anno stupendo.
Ho amato, ho riso, ho pianto, ho ritrovato un'amica, ne ho persa un'altra.
Sono dimagrita tantissimo e ho ripreso qualche kg.
Ho cucinato un sacco di dolci, imparando tanto e ho aperto gli occhi decisa a non far restare questa mia passione solo un sogno.
Sono uscita per caso una sera con un ragazzo che mi piaceva tanto ed è diventato la cosa migliore che quest'anno potesse regalarmi.
Ho viaggiato. Tanto.
E visto tantissimi film.
Ho abbracciato le persone alle quali voglio bene ed ho imparato che un abbraccio ed un sorriso possono davvero cambiare la vita.
Ho speso tanti soldi, più di quelli che ho guadagnato.
Ho litigato con mia madre fino a perdere la voce, ma cinque giorni fa le ho anche detto che le voglio bene ed ho scoperto che ne avevo bisogno.
Ho fatto l'amore. 
Ho letto una marea di libri bellissimi, anche se non saranno mai abbastanza.
Mi sono sbronzata e mi sono rotta un piede.
Ho riso fino alle lacrime con i miei amici, quelli che ci sono da sempre, quelli che ogni giorno si confermano mie anime gemelle, quelli che sento lontani ma a cui tengo troppo, quelli che sono lontani kilomentri eppure vicinissimi da far male.
Ho aperto un blog e mi sono raccontata.
Ho deciso di cambiare e crescere, perché tra meno di un mese saranno 27.

I miei buoni propositi per l'anno nuovo, li lascio alla carta, nella mia nuova Moleskine pronta per essere riempita di vita.
A voi, l'augurio che possiate sognare e fare del nuovo anno, l'anno migliore della vostra vita.
Perché basta crederci.
Il mio lo sarà.

Continue reading...

giovedì 27 dicembre 2012

Un giorno qualunque


Oggi è stata la classica giornata da fine anno.
Una di quelle in cui ti trascini, fai mille cose e ti stanchi..che tanto poi tempo di riposarti ne avrai nell'anno nuovo.
Una di quelle in cui vai in ufficio con il naso rosso per il freddo e le monetine in tasca per il caffè, appena arrivi.
Anche se poi lo odi il caffè.
E poi non vedi l'ora di uscire, di tornare al gelo della tua amata città, per incontrare quell'amica speciale che se n'è andata a vivere dall'altra parte d'Italia..e appena ti vede ti abbraccia, ti strangola d'amore, ti racconta di essere felice e tu lo vedi nel suo sorriso.
E sei felice, per lei e per te. Che tanto sei felice anche tu e lo capisci, quel brillio negli occhi.
E poi torni a casa, saluti i tuoi con i quali sei sempre in conflitto e infondo ti fa piacere vederli insieme, sul divano, mentre guardano la tv.
Uno di quei giorni che si trascina in una sera stanca, che hai mal di testa e staresti sotto le coperte, ma hai una cena alla quale non vuoi rinunciare.
Allora ti siedi sul letto e svuoti la borsa, e ci trovi un libro che ti porti dietro da una settimana. 
Il libro ti ha lasciato lui. Che quando te ne parlava, ti faceva venire voglia di leggerlo.
E ogni volta fissavi la copertina, con quella donna con i capelli rossi. Ed eri gelosa, perché lui ti aveva detto di essersi innamorato un po' di quella donna, leggendolo.
Ma poi inizi a leggerlo e te ne innamori un po' anche tu.
Allora ti infili sotto le coperte, apri le pagine e dimentichi per un po' che fuori fa freddo, che l'anno sta finendo, che hai mal di testa e che lui ha preso un treno e per qualche giorno ti mancheranno i suoi baci.
Leggi e ti perdi..

"Mi resi conto che ero davvero una sognatrice, semplicemente perché la realtà mi appariva sordida e sprecona e esponeva i sogni, anno dopo anno, a un'ineluttabile dissoluzione."


Continue reading...

lunedì 24 dicembre 2012

La Ricetta Segreta Della Felicità: Mince Pies


Alla fine, ci sono riuscita.
Da quando ho aperto questo blog, ho preparato tutte le ricette del libro di Jules Stanbridge, "La Ricetta Segreta Della Felicità".
Lo ammetto, sono contenta ma anche un po' triste..
Mi è piaciuto avere un impegno da portare avanti e mi ha insegnato tanto..
Vedremo cosa mi inventerò per l'anno nuovo!


Le mince pies sono dei dolcetti inglesi tipicamente natalizi.
Quando sono stata a Londra, il mese scorso, i negozi ne erano completamente invasi: persino nel reparto alimentari di Harrod's se ne trovavano di tutte le dimensioni e incartati in modo splendido.
Ho preparato il ripieno il mese scorso e qualche giorno fa mi sono decisa e ho provato la ricetta.
Tentativo fallito.
Almeno per me, perché il ripieno non mi è piaciuto e la frolla si è sbriciolata.
Beh, li ho preparati il 21 Dicembre..una giornata decisamente no!
Ovviamente il mio più grande sostenitore (aka il mio ragazzo) li ha apprezzati..ma lui è solo troppo goloso buono.
Insomma, provateli. Magari a voi vengono meglio!


MINCE PIES*
Se a Natale volete fare una bella figura, preparate da sole il ripieno per le mince pies. La ricetta è quella segreta di mamma, anche se adesso non lo è più. 

RIPIENO

Ingredienti
1 kg di uvetta
225 gr di grasso vegetale
450 gr di scorze miste non a pezzetti
450 gr di mele a pezzetti
450 gr di zucchero scuro
1 noce moscata grattugiata
succo e buccia grattugiata di due limoni
300 ml di birra scura

Metodo di preparazione
Tritate tutti gli ingredienti e metteteli a bagno nell'alcol. Poi mettete il tutto in vasetti di vetro sterilizzati.

PASTA FROLLA

Ingredienti
200 gr di farina senza lievito aggiunto
140 gr di burro fatto a pezzetti
la buccia grattugiata di un'arancia
50 gr di zucchero fino
1 tuorlo d'uovo

Metodo di preparazione
Usate un mixer, o a mano, mischiate la farina, il burro, la buccia d'arancia e lo zucchero fino a formare delle briciole. Poi aggiungete il tuorlo d'uovo e un cucchiaio di acqua fredda e mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto. Avvolgete l'impasto in un po' di pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per circa trenta minuti.
Preriscaldate il forno a 200°. Ungete le teglie. Spianate la pasta e tagliatela in cerchi di circa 7,5 cm. Aggiungete un cucchiaio pieno di mincemeat (il ripieno per le mince pies) su ogni pezzo di pasta tagliato. Tagliate poi dei cerchi più piccoli di pasta per ricoprire le tortine oppure usate uno stampino a forma di stella.
Ricoprite le tortine e spazzolatene la superficie con il latte. Fate cuocere per circa 20 minuti, finché la pasta non avrà assunto un colore dorato. Togliete dal forno e lasciatele raffreddare. Prima di servirle, spolveratele con un po' di zucchero a velo.



*"La Ricetta Segreta Della Felicità", di Jules Stanbridge, ed.Leggereditore, pag. 309
Continue reading...

lunedì 17 dicembre 2012

It's Christmas Time!


Quante volte ve l'ho detto che il lunedì è il mio giorno preferito della settimana?
Mi sveglio sempre piena di energie e buoni propositi!
Ieri sono finalmente riuscita a fare un giro per qualche regalo, anche se quest'anno mi sono ripromessa di spendere il meno possibile visto che sto cercando di risparmiare per andare a vivere da sola.
E poi mi piace che il regalo di Natale sia in realtà un pensierino, magari una cosa piccola che però fa capire alla persona alla quale lo regalo, che ho pensato davvero a lui scegliendolo.
Così ho fatto un giro in alcuni dei miei negozi preferiti (Feltrinelli, Sephora..) e nelle bancarelline di Natale ed ho trovato diversi pensierini carini!
Due in particolare sono per le mie amiche di Bari e Cesena..così stamattina mi sono svegliata e mi sono messa a scrivere delle tenere lettere da inviare insieme ai regali!
Eh si..stamattina mi sento creativa!
Sono sicura che apprezzeranno!

Domenica invece farò la cena di Natale only girls con le mie migliori amiche..
Ogni anno lo facciamo e ci ubriachiamo divertiamo tantissimo.
Per loro, ho dei pensierini di cui vado molto fiera ma che ancora non posso svelare (ma ne parlerò più avanti, promesso)!

Sono ancora alla ricerca dell'ispirazione per altri regali..ma so che arriverà.
E per i dolci, che in questo periodo saranno tanti (e man mano vi scriverò le ricette)!
Ora poi ho anche un fantastico cofanetto per preparare i biscotti di Natale, primo regalo ricevuto da parte di una mia carissima amica..



Insomma..sono in pieno spirito Natalizio!

Ora torno ai miei fantastici bigliettini..
A presto!
Continue reading...

venerdì 7 dicembre 2012

Cooking Sara #9


Chi mi conosce, di persona o tramite il blog, sa quanto io ami cucinare e quanto mi renda felice farlo per le persone alle quali voglio bene..
Ieri ho preparato una bella cenetta per il mio ragazzo e ho deciso di cucinare uno dei miei piatti preferiti (e uno di quelli che mi riesce meglio): pollo al curry!
E' un piatto unico e molto ricco, adatto a questo clima invernale..
Questa ricetta me l'ha insegnata una delle mie migliori amiche, la Martina, di Cesena.
In una delle sue visite a Torino, si è messa con calma a prepararlo insegnandomi ogni passo e da allora è diventato uno dei piatti che più amo!
Il pollo al curry è una ricetta con mille varianti..noi la facciamo così..

POLLO AL CURRY
Ho preso un petto di pollo e l'ho tagliato a cubetti, l'ho messo in una ciotola con degli aromi (salvia, rosmarino, alloro) e un vasetto di yogurt magro e ho lasciato riposare il tutto in frigorifero per una mezzoretta.
Intanto ho preparato un brodo semplicissimo con del dado.
Ho tagliato a rondelle due carote e due zucchine e le ho versate in una padella (abbastanza grande) dove precedentemente avevo fatto dorare la cipolla con un po' di burro.
Mentre le verdure cuocevano (con l'aggiunta di un mescolo di brodo, all'occorrenza), ho tirato il pollo fuori dal frigo, l'ho setacciato per levare lo yogurt in eccesso e l'ho passato nella farina.
Ho poi versato il pollo nella padella con le verdure ed ho aggiunto un paio di cucchiaini di curry.
Ho coperto e lasciato cuocere, aggiungendo il brodo e, a metà cottura, un vasetto di yogurt greco.
Finita questa procedura, bisogna lasciar cuocere a fuoco basso ancora per una trentina di minuti, fin quando sia il pollo che le verdure non saranno morbide e si sarà formata una bella cremina di yogurt, farina e curry.
Verso fine cottura, ho preparato il riso basmati e ho poi composto un piatto unico con il riso da un lato, ed il pollo con le verdure dall'altro.


Che ve lo dico a fare? E' una delizia!
Continue reading...

Il Natale secondo me..



Continue reading...

La Ricetta Segreta Della Felicità: Torta Zucchero E Cannella




La penultima ricetta del libro, che ansia.
Cosa farò dopo?
Mi è piaciuto questo "progetto", questo mettermi alla prova..così sono già alla ricerca di una nuova sfida per l'anno nuovo!
Intanto, ieri ho preparato una super cenetta per il mio fidanzato e ho deciso di provare l'ultima torta del libro di Jules Stanbridge.
Non vedevo l'ora di farla perché leggendo la ricetta, mi ha colpito la sua semplicità e devo dire che non mi ha delusa per niente.
E' una torta fatta con ingredienti semplici e veloce..
A me è piaciuta..provatela!

TORTA ZUCCHERO E CANNELLA*
Questa è una torta molto semplice da preparare. E' una perfetta torta autunnale dalle calde sfumature speziate. Al posto delle perline d'argento, potete far essiccare delle scorze d'arancia e aggiungerle poi come guarnizione per un'occasione speciale.

Ingredienti
225 gr di burro
225 gr di farina autolievitante
1 cucchiaino di zenzero macinato
4 uova medie
225 gr di zucchero
2 cucchiaini di lievito in polvere
1 cucchiaino di cannella macinata
100 ml di latte
Per la glassa
150 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di succo d'arancia
perline d'argento

Metodo di preparazione
Ungete una teglia di circa 20 cm e preriscaldate il forno a 180°. Mettete tutti gli ingredienti in un mixer e fateli amalgamare. Trasferite poi l'impasto ottenuto nella teglia, rendete omogenea la superficie e lasciate cuocere per circa 55 minuti o almeno finché lo stecchino che utilizzerete per controllare il grado di cottura non sarà pulito da eventuali tracce di impasto.
Lasciate raffreddare nella teglia. Quando il dolce sarà freddo versateci sopra lo zucchero a velo e il succo d'arancia e aggiungete le perline d'argento. Non preoccupatevi se dovesse colare verso i lati, perché è proprio come dovrebbe essere. Sparpagliate infine sulla superficie del dolce le perline d'argento e lasciate asciugare.



*"La Ricetta Segreta Della Felicità", di Jules Stanbridge, ed. Leggereditore, pag. 243
Continue reading...

lunedì 3 dicembre 2012

Una Settimana Intensa


Lunedì.
Sarò una delle poche persone al mondo alla quale piacciono i lunedì.
Mi piacciono perché sono un inizio, sono un'occasione.
Di lunedì ci si mette a dieta, si decide di mettersi a studiare, si fanno i buoni propositi.
Il lunedì è il giorno più positivo della settimana, il mio giorno.
Così, anche se ho davvero un gran bisogno di dormire e riposarmi per bene, non potevo fare a meno di riprendere il mio blog dopo qualche giorno di assenza.
Sono qui, seduta sul mio letto, con una torta in forno (una sorpresa per una persona speciale, di cui scriverò domani) e tante cose da raccontare.

Oggi sono tornata a casa mia dopo una fantastica settimana a casa del mio fidanzato!
Siamo entrambi appassionati di cinema e così abbiamo seguito insieme il 30° Torino Film Festival: abbiamo visto una trentina di film in sette giorni, dividendo il nostro tempo tra i vari cinema di Torino e l'ufficio (e dormendo 4 ore a notte..ahimè!).
E' stata una bella esperienza che mi ha ricordato molto Venezia, anche se devo ammettere che a questo Festival ho guardato più film!
Torino fino a ieri sera era invasa da amanti del cinema, persone da tutto il mondo..
Insomma, un'atmosfera unica e me la sono goduta al 100%.



L'altra novità è che finalmente sono andata a fare i miei nuovi tatuaggi!
Li avevo prenotati a Maggio e li ho tanto voluti..
Il gufo, che è il mio animale da sempre.
Ed un piccolo cupcake, che rappresenta il mio sogno.
Ora che ce l'ho scritto sulla pelle, non potrò mai arrendermi, giusto?


La stanchezza inizia a farsi sentire e domattina devo svegliarmi presto per degli auguri speciali..
Vado a nanna con la casa invasa dal profumo della mia torta di mele.
Voglio vivere così..
Continue reading...

La Ricetta Segreta Della Felicità: Torta Ai Mirtilli, Lamponi E Lime


Eccomi qui con l'ennesima ricetta tratta da questo adorato libro.
Si tratta di una torta dai sapori estivi, sicuramente meno adatta ai pochi gradi di Torino..ma sono quasi giunta al termine di questa avventura e non potevo rifiutarmi di provare questa ricetta!
Però sarò sincera, questa torta non mi è piaciuta.
Ha una consistenza morbida e l'unione di mirtilli, mandorle e lime è davvero deliziosa, ma le scorze di lime nell'impasto e sopra la torta, nello sciroppo, danno un gusto troppo amaro che tende a coprire tutto il resto.
La prossima volta, userò solo il succo del lime!
Altra piccola accortezza: memore del disastro della torta al cioccolato, ho fatto cuocere la torta in forno per 45 minuti, anziché per un'ora come da ricetta..ed è venuta morbidissima!
In conclusione, reputo questa ricetta un fallimento per me anche se qualcuno ha apprezzato (aka mio fratello e il mio ragazzo, ma forse solo perché mi vogliono bene!).
Insomma, giudicate voi stessi!


TORTA AI MIRTILLI, LAMPONI E LIME*
E' una torta perfetta da servire in un pomeriggio d'estate, bella da vedere con i colori della frutta che filtrano attraverso il pandispagna dorato.

Ingredienti
225 gr di burro
225 gr di zucchero fine
4 uova medie
la buccia grattugiata di 2 lime e il loro succo
250 gr di farina autolievitante con l'aggiunta di un pizzico di sale
20 gr di mandorle macinate
100 gr di lamponi e mirtilli
Per lo sciroppo
8 cucchiai di succo di lime (spremetene 4)
150 gr di zucchero fine
la buccia grattugiata di 1 lime

Metodo di preparazione
Ungete una teglia di 20 cm e preriscaldate il forno a 180°. Amalgamate lo zucchero e il burro finché non otterrete un composto leggero e morbido. Gradualmente aggiungete le uova e la buccia grattugiata del lime. Con un cucchiaio aggiungete poi le mandorle e la farina.
Incorporate abbastanza succo di lime (all'incirca 3 cucchiai) per dare all'impasto una consistenza molto morbida. Aggiungete poi tre quarti di lamponi e mirtilli e mettete il tutto nella teglia. Rendete omogenea la superficie dell'impasto e spargeteci sopra la frutta restante, che affonderà nell'impasto man mano che questo lieviterà. Lasciate cuocere per un'ora e coprite la teglia con un foglio di carta stagnola se la superficie del dolce dovesse cuocersi troppo.
Mentre il dolce è in forno, iniziate a preparare lo sciroppo. Mettete quindi il succo di lime, lo zucchero e la buccia grattugiata in un tegame. Accendete il fuoco e mescolate senza portare a ebollizione. Non appena avrete tirato fuori dal forno il dolce, bucatelo su tutta la superficie con uno stecchino e versateci poi il succo. Prima di rimuovere il dolce dalla teglia, assicuratevi che si sia raffreddato.



*La Ricetta Segreta Della Felicità, di Jules Stanbridge, ed. Leggereditore, pag. 217
Continue reading...
 

The importance of being Sara Copyright © 2009 Designed by Ipietoon Blogger Template In collaboration with fifa
and web hosting